Dopo aver scelto di acquistare una  nuova lavastoviglie, bisognerà pensare a come poter smaltire la vecchia, molto spesso vengono ritirate quando viene comprata la nuova, in alternativa occorrerà rivolgersi alle  comunali isole ecologiche.

Regole per lo smaltimento della vecchia lavastoviglie.

Per rispettare l’ambiente, sarà essenziale osservare le norme che vanno a regolamentare il riciclo, in particolare, dal 15 agosto 2018 i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche indicate con RAEE sono fra gli oggetti possibili da poter riciclare. Inoltre, il riciclo degli elettrodomestici consente un elevato risparmio per acquistare materie prime, e creare posti di lavoro.

Importante sarà sapere che si correrà il rischio di eventuali sanzioni qualora si lasciasse la lavastoviglie al cassonetto, difatti, ci sono regole imposte dal Ministero dell’Ambiente, nel decreto Ministeriale n.121 del 2016. La sanzione prevista per chi non smaltisse in modo corretto va da 300 a 3000 euro, e si potrebbe raddoppiare se i rifiuti fossero pericolosi. Ogni tipo di rifiuto di apparecchiature elettriche ed elettroniche, compresi pure i piccoli elettrodomestici, quali i frullatori, devono esser portati ai centri di raccolta rifiuti, centri noti come isole ecologiche.

Prima di doversi recare sul luogo, bisognerà contattare via telefono tali centri, perchè le regole cambiano da città a città, sarà possibile smaltire in certi casi soltanto rifiuti entro un dato limite, e soltanto per i residenti. In ogni modo, quando si compra un elettrodomestico nuovo si avrà diritto allo smaltimento  gratuito del vecchio, da parte del negozio. Lo stesso negozio, poi provvederà allo smaltimento presso le isole ecologiche del vecchio elettrodomestico.

Ovviamente una volta scelta la nuova lavastoviglie, bisognerà effettuare la rimozione della vecchia in sicurezza, pertanto per la rimozione della vecchia lavastoviglie occorrerà:

-chiudere la valvola dell’acqua, in genere è posta sotto al lavandino;
-effettuare una verifica di aver davvero staccato l’acqua, se questo non fosse possibile, per eventuali valvole danneggiate oppure vecchie, la fornitura idrica sarà interrotta dal generale;
-effettuare lo stacco della corrente;
-eseguire la disconnessione dall’impianto elettrico ed anche dalla fornitura idrica;
-sistemare una coperta dinnanzi la lavastoviglie e andarla a sollevare al di sopra della stessa perchè ci potrebbe essere una perdita di acqua;
-pulire ed asciugare bene per una sistemazione della lavastoviglie nuova.

In genere, per installare una lavastoviglie si chiama un idraulico, tuttavia non sarà difficile farlo osservando i necessari passi, sarà quindi opportuno pensare prima di tutto dove effettuare l’installazione.

Occorrerà laddove sarà installata, la presenza di uno scarico dell’acqua, ma anche di un rubinetto dell’acqua , nonchè di una presa di corrente.

Sul sito www.sceltalavastoviglie.it tanti approfondimenti ed utili informazioni a riguardo.